Reggina, una difesa di ferro! E i numeri dell’attacco…

Le partite si vincono con i gol, i campionati con le difese. E questa Reggina può contare su una collaudata fase difensiva. Sono diciassette le reti subite in ventisei gare di campionato, tante quante quelle del Monza, ma in un girone decisamente più competitivo. In Serie C solo il Vicenza ha fatto meglio delle altre due capoliste (undici).

LA REGGINA CON GASPARETTO

Dalla gara con il Bari in poi (esordio da titolare per Gasparetto) la Reggina è stata infilata una sola volta, per giunta in un episodio dubbio. Nelle tre successive partite Guarna è riuscito a mantenere la sua porta inviolata, merito di una fase difensiva che ha lasciato le briciole agli avanti avversari.

I NUMERI DELL’ATTACCO

Se i numeri della retroguardia amaranto sono decisamente confortanti, nelle ultime quattro partite la Reggina ha trovato la via del gol in tre circostanze. La ragione si potrebbe ascrivere alle importanti defezioni a cui mister Toscano deve far fronte e che, gioco-forza, impongono di sviluppare nuove soluzioni per raggiungere il tiro.

ADESSO LA PAGANESE

Con la Paganese, intanto, il tecnico amaranto ritroverà capitan De Rose, di rientro dalla squalifica. Out, invece, Gasparetto. Importanti novità potrebbero giungere dall’infermeria, con Rolando sulla via del recupero e Garufo oramai arruolabile, al pari di Bertoncini. Domenica c’è da conservare l’imbattibilità di Guarna e ritrovare lo smalto sotto porta. Il tutto con la spinta del pubblico reggino.