Reggio Calabria, bruciata l’auto del giornalista Gianni Baccellieri

Gesto vile nella notte contro la vettura dello speaker di Radio Antenna Febea: piena solidarietà

fonte: Radio Antenna Febea

La macchina di Gianni Baccellieri è stata incendiata. Il gesto vigliacco contro la vettura dello speaker che lavora sulle frequenze di Radio Antenna Febea si è consumato nella notte a Raggio Calabria. Il giornalista sportivo ha ricevuto tantissimi attestati di solidarietà per l’atto intimidatorio subito. «La Reggina ed il presidente Luca Gallo esprimono piena solidarietà e vicinanza al giornalista Giovanni Baccellieri vittima di un vile attentato incendiario che ha distrutto la sua auto», si legge sul sito ufficiale del club amaranto.   

La radio
«Radio Antenna Febea è vicina al collega Gianni Baccellieri, vittima questa notte di un grave attentato che ha distrutto la sua macchina. Questo ennesimo vile gesto d’intimidazione contro il nostro speaker non potrà fermare la libera informazione che ogni giorno cerchiamo di garantire dalle nostre frequenze. L’emittente fornirà ogni supporto possibile a Gianni per superare questo difficile momento e auspichiamo venga fatta chiarezza su questo preoccupante episodio dalle autorità competenti», è il comunicato della radio dove lavora Baccellieri. 

Le istituzioni
«Solidarietà e vicinanza al giornalista Giovanni Baccellieri vittima questa notte di un vile attentato incendiario che ha distrutto la sua auto. Nella speranza che gli autori di questo assurdo gesto possano essere al più presto assicurati alla giustizia, da parte dell’amministrazione metropolitana voglio esprimere massima solidarietà a Giovanni e alla sua famiglia», ha scritto Riccardo Mauro, il vicesindaco metropolitano di Reggio Calabria. 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 × 4 =