Renzi, Salvini: «Lasciamo ad altri vecchi giochetti e manovrine di palazzo»

Il leader della Lega attacca l'ex segretario dem, dopo la decisione di lasciare il Pd, e si dice pronto al momento in cui si tornerà a votare

intenzioni di voto

La decisione di Matteo Renzi di lasciare il Partito democratico non è certo passata inosservata nel mondo della politica e i commenti in merito alla decisione dell’ex segretario non mancano. Tra gli avversari, pur senza riferimenti diretti, arriva il commento del leader della Lega, Matteo Salvini, che si dice stanco dei giochi e delle manovre di palazzo, ricordando di essere pronto per quando si tornerà a votare: «Lasciamo ad altri vecchi giochetti e polverose manovrine di palazzo che nessuno capisce – scrive su Facebook – qui c’è il Popolo, libero, forte, sorridente. E possono rimandarlo finché vogliono, ma alla fine il giudizio popolare arriva! Siete pronti? #orgoglioitaliano».

L’attacco a Renzi
In seguito, sempre via social, l’ex vicepremier posta un nuovo commento stavolta riferito direttamente a Renzi: «Prima incassa posti e ministeri, poi fonda un “nuovo” partito per combattere Salvini. Che pena, cosa non si fa per salvare la poltrona… Il tempo è galantuomo, gli Italiani puniranno questi venduti».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove + diciotto =