Dimartedì, Scalfari su Renzi: “Non conta niente ma vuole diventare re”

“Renzi non conta niente in termini elettorali ma conta abbastanza se deve fare qualcosa coi senatori. Renzi è di destra o di sinistra? Avrebbe qualunque colore pur di essere il numero uno. Non a caso, lui fa l’occhiolino a Salvini. E’, insomma, disposto a tutto, pur di diventare re”. Queste le parole su Renzi di Eugenio Scalfari a ‘DiMartedì’ su La7.

L’affondo di Scalfari

Renzi “ha un consenso al massimo al 4% ma ha un gruppo numeroso di senatori. Ora questo re non può andare alle elezioni. Quindi lui alle elezioni non ci va, deve parlare e arrampicarsi fino a ridiventare re, come era. Quando era ai massimi, comandava lui e nessun altro. Se si affrontano le elezioni non conta niente, conta abbastanza se deve fare qualcosa con i senatori”.

Papa Francesco

Il personaggio che più mi interessa è Papa Francesco. Io mi occupo del Papa, sono molto amico. Il Papa, che io chiamo un rivoluzionario e non un mistico, a me sembra talmente fondamentale che debbo dire che di Renzi me ne frego. A cosa punta Renzi? Ha puntato sempre ad una cosa, non ha alternative: vuole essere il re con qualche valletto che lo aiuta”.