Restyling 80 euro 

Più che un’abolizione sarà un restyling, quello degli 80 euro di Renzi. “Vogliamo ridurre le tasse, non il netto in busta paga dei lavoratori – spiega il sottosegretario della Lega all’Economia e Finanze, Massimo Bitonci -. Gli 80 euro non hanno prodotto l’effetto sperato, cioè il rilancio dei consumi, rappresentano una spesa per il bilancio dello Stato e non valgono ai fini contributivi”. Quindi aggiunge: “Trasformando gli 80 euro da bonus a detrazione e/o decontribuzione si riduce la pressione fiscale, è una partita di giro da spesa a meno tasse, garantendo lo stesso netto in busta paga e con la salvaguardia degli incapienti, ovviamente”.

(Fonte: Adnkronos)

Annunci