Rivolta al CPR di Torino, poliziotti e militari feriti

Una mobilitazione anarchica contro i Centri di permanenza per il rimpatrio, si sono conclusi con una rivolta all’interno del complesso di corso Brunelleschi. Nella notte tra il 2 e il 3 febbraio, un gruppo di ospiti ha divelto i mattoni dei muri dell’area viola e del marciapiede, lanciandoli contro le forze dell’ordine dopo essere saliti sul tetto del modulo abitativo.

FERITI

Undici poliziotti e due militari sono rimasti feriti, colpiti dai mattoni. Medicati in ospedale, hanno riportato contusioni giudicate guaribili in una settimana. Gli autori del gesto sono cinque magrebini.

SI ANALIZZANO I FILMATI

Fuori dal Cpr, da venerdì 31 gennaio a domenica 2 febbraio, un centinaio di anarchici del centro sociale Gabrio e del Prinz Eugen avevano organizzato un protesta «no stop» contro i Centri per la «detenzione amministrativa». Gli investigatori della Questura stanno analizzando i filmati delle telecamere di sorveglianza del complesso per individuare i responsabili.