Salute, l’app che utilizza la realtà virtuale per battere la paura dell’altezza

Si chiama "ZeroPhobia": è stata sviluppata per combattere l'acrofobia. Il 2-5 per cento della popolazione ne soffre

salute

Salute 2.0. Adesso con la realtà virtuale si può anche superare la paura dell’altezza. Un team di ricercatori olandesi della Vrije Universiteit Amsterdam e dell’Università di Twente, guidati da Tara Donker, ha sviluppato “ZeroPhobia”, un trattamento tramite app che – con l’aiuto di uno smartphone e un semplice visore per la realtà virtuale – è stato studiato per combattere l’acrofobia. I risultati della sperimentazione sono pubblicati su “Jama Psychiatry”. Il 2-5 per cento della popolazione soffre di paura delle altezze, una fobia che può influire sulla qualità di vita. Secondo lo studio, attraverso l’uso di ZeroPhobia, che si basa sulla terapia cognitivo comportamentale, la paura delle altezze può essere significativamente ridotta.

La ricercatrice
Come spiega la ricercatrice Tara Donker, «ora possiamo offrire una terapia comportamentale senza l’intervento di un terapista, utilizzando solo uno smartphone e un visore per la realtà virtuale», a un costo molto contenuto. «Meno del caffè di Starbucks», assicura. «In questo caso, le persone vengono gradualmente esposte alla paura in un ambiente virtuale, ad esempio stando in piedi su una balconata di un teatro o in cima a un edificio. E, passo dopo passo, imparano a gestire le loro paure», dice Donker. Un aspetto interessante della realtà virtuale è che «le persone sono più disposte a provare cose nuove». Inoltre, «la conoscenza che abbiamo acquisito sviluppando questa App contro la paura delle altezze apre la porta allo sviluppo di trattamenti per altre fobie, come la
paura di volare, dei ragni o la claustrofobia». ZeroPhobia è disponibile su Google Play e App Store.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattordici + diciassette =