Salvini a Piazza Pulita, Feltri attacca Formigli e La 7: ‘Ufficio stampa della sinistra più bieca’

Ha fatto discutere il ritorno di Matteo Salvini a Piazza Pulita. Il leader della Lega è tornato a frequentare la trasmissione di Corrado Formigli dopo tre anni. Un evento che lui stesso ha spiegato come reso necessario dalle contingenze emergenziali.  Quello tra il giornalista ed il leghista è stato un confronto vivace. Sulla questione è intervenuto con un tweet Vittorio Feltri che ha manifestato la sua disapprovazione verso la condotta giornalista  di Formigli e di tutta la rete che capo all’editore Urbano Cairo.

Salvini ha spiegato perché non andava a Piazza Pulita

Corrado Formigli non si è lasciato sfuggire l’occasione di chiedere a Matteo Salvini i motivi per i quale evitasse gli studi di Piazza Pulita. Da tempo, infatti, il conduttore ribadiva che il leader del Carroccio andava ovunque o quasi, tralasciando proprio la sua trasmissione a fronte degli inviti ricevuti.  Salvini ha inteso puntualizzare che la sua presenza era dovuta ad un “momento eccezionale” in cui è suo dovere spiegare agli italiani le proprie proposte.  Poi ha spiegato perché non frequenti spesso gli studi di Piazza Pulita. A mio giudizio, questa  – ha detto –  non è esattamente la trasmissione campionessa di obiettività e di imparzialità, come tante altre trasmissioni“.

Feltri attacca Formigli e La 7

Sull’andamento dell’intervista tra Corrado Formigli e Matteo Salvini in cui non sono mancati momenti di vivacità nello scambio di idee, intesa come contrapposizione di pensieri, si è espresso Vittorio Feltri.  Il giornalista ha avuto parole particolarmente dure nei confronti di La 7 e del conduttore di Piazza Pulita.  “Formigli  – ha scritto Feltri in un tweet – invece di intervistare Salvini gli spara addosso senza dargli la possibilità di rispondere. Metodo democratico in uso alla 7, ufficio stampa della sinistra più bieca”.