Salvini contestato in Emilia sulle note di ‘Bella ciao’, lui verso un contestatore: ‘Vai a studiare, sfighé’ (VIDEO)

Le elezioni regionali si avvicinano. Matteo Salvini prosegue la sua campagna elettorale in vista del 26 gennaio e continua a farlo in Emilia Romagna, da palmo a palmo.

Accade che i contestatori, però, non manchino di far sentire la propria voce ed è quello che è accaduto a Casalecchio, in Emilia.

Salvini contestato, comizio impossibile

Uno striscione “Casalecchio non si lega”, già dalla mattina, rappresentava l’anticamera di ciò che sarebbe accaduto. Una fortissima contestazione ha impedito che il leader della Lega potesse svolgere il proprio comizio.  Fumogeni e decibel altissimi per le note di ‘Bella Ciao’ non  hanno permesso a Salvini di parlare forse come avrebbe voluto.  E non è mancato chi gli ha chiesto dove fosse la Borgonzoni, candidata alla Presidenza alla Regione. Da tempo, infatti, si solleva la polemica relativamente al presenzialismo dell’ex Ministro dell’Interno che quasi oscura chi, invece, dovrebbe andare a governare la Regione.

Salvini mostra Repubblica

C’era, però, anche chi era pronto ad applaudire Matteo Salvini. Non a caso nel video apparso sulla sua Pagina Facebook è stato  colto un frangente in cui il leader della Lega ha ricevuto l’abbraccio della sua folla. “Vi mandiamo a Sanremo a cantare Bella ciao’ ha detto in risposta alla contestazione. Nell’occasione ha mostrato Repubblica che, nell’edizione del 15 gennaio, ha avuto un titolo che lo ha fatto andare su tutte le furie: ‘Cancellare Salvini’.

“Loro sono democratici, guardate questo titolo e ditemi – ha ironizzato – se è una roba democratica o no”.