Sanchez bocciato ancora 

Pedro Sanchez è stato bocciato nel secondo voto di investitura a premier con 155 ‘no’, 124 ‘sì’ e 67 astensioni. Decisiva è stata l’astensione di Podemos, la formazione della sinistra radicale che fino all’ultimo, anche nell’intervento finale in aula del leader Pablo Iglesias, ha presentato condizioni per l’appoggio al governo che il leader socialista non ha voluto accettare.  

E’ la prima volta che un candidato premier viene bocciato in entrambi i voti di investitura. Il leader socialista nel giugno del 2018 era diventato il primo presidente del Consiglio attraverso un voto di censura che aveva fatto cadere il governo del popolare Mariano Rajoy. Sanchez ha preso gli stessi voti favorevoli – quelli dei socialisti e del Prc – mentre Erc, la formazione di sinistra catalana Erc, è stato l’unico partito a cambiare voto, passando dal ‘no’ all’astensione.  

 

(Fonte: Adnkronos)

Annunci