Sanremo 2020, bufera social sul monologo di Diletta Leotta: “È tutta rifatta”

Anche Diletta Leotta ha fatto il suo monologo a Sanremo. La presenza diDiletta Leotta sul palco del festival di Sanremo è stata osteggiata da più parti. Da molti, infatti, la giornalista di Dazn non era ritenuta adeguata a un palcoscenico come l’Ariston. Diletta Leotta e Rula Jebreal sono state le prime a portare all’Ariston la loro testimonianza e, se della giornalista palestinese con passaporto italiano si sapeva quale sarebbe stato il suo ruolo a Sanremo, Diletta Leotta ha stupito tutti con un monologo profondo ma dai tratti ironici e autoironici.

IL MONOLOGO

“La bellezza capita, non è un merito. Certo, è un vantaggio, altrimenti col cavolo che sarei qui”, ha esordito Diletta Leotta, riprendendo uno dei tanti luoghi comuni che hanno accompagnato l’annuncio della sua presenza al festival di Sanremo. “Sarei ipocrita se dicessi che il mio aspetto è secondario. Mia nonna Elena me lo diceva sempre: la bellezza è un peso che con il tempo ti può fare inciampare se non la sai portare”, ha detto Diletta guardando dritto verso la nonna, che non è riuscita a trattenere l’emozione.

BUFERA SOCIAL

Il monologo di Diletta Leotta ha scatenato la bufera sui social. Tra le prime ad esprimere il proprio pensiero su Twitter, Selvaggia Lucarelli e Monica Leofreddi.