Sanremo, Salvini bacchetta la Raffaele per l’invocazione a Satana

Altre polemiche attorno alla 69esima edizione del Festival delle canzone. Su Twitter però si scatena l'ironia

Altre polemiche attorno alla 69esima edizione del Festival di Sanremo, che ha chiuso i battenti lo scorso sabato. Stavolta il ciclone mediatico si è abbattuto contro la conduttrice Virginia Raffaele, “colpevole” di aver pronunciato la parola Satana per cinque volte di seguito durante uno sketch (si può vedere nel video dopo il minuto 3:30). La gag della Raffaele puntava a predere in giro le vecchie e datate teorie del complotto secondo le quali, ascoltando al contrario alcune canzoni heavy metal, si sentirebbero messaggi satanici nascosti nelle tracce audio. A conferma di ciò, la conduttrice girava su stessa in stile rewind. La performance, andata in scena sul palco di Sanremo, non è piaciuta in alcuni ambienti vicini alla Chiesa e neppure a Salvini.

Salvini critica 
Infatti, il leader della Lega ha condiviso sulla sua pagina Facebook un articolo che criticava la gag di Virginia Raffaele a Sanremo. L’articolo è stato pubblicato sul giornale online In Terris, che è diretto dal sacerdote esorcista Aldo Buonaiuto. «Capisco e condivido le preoccupazioni espresse da don Aldo Buonaiuto – ha scritto Salvini sui social network – Non bisogna sottovalutare il problema delle sette sataniche e serve affidarsi agli esperti che ci aiutano a combatterlo. È un fenomeno preoccupante, apparentemente lontano dalla esperienza quotidiana, eppure molto più vicino e più frequente di quanto si pensi». Aldo Bonaiuto aveva scritto nel suo pezzo: «Un dettaglio, questo, lì per lì sfuggito al grande pubblico, talmente impressionato dalla versatilità dell’artista da non aver fatto minimamente caso a tale sconvolgente esternazione, tanto incredibile quanto inspiegabile in una gag come quella».

L’ironia su Twitter
Il popolo del web l’ha presa con ironia. Tanto che l’hashtag #Satana è diventato il primo in trend topic su Twitter in Italia. Anche dall’account @Dio arriva il commento interdetto: «Riesco a mandare al governo un manipolo di cattobigottoni, e questi mi mandano #Satana in trend topic. Io mollo tutto e ricomincio da capo in un altro pianeta». E se Giuseppe Civati chiede se «ci sono novità su #Satana, stamane?» e conia l’hashtag #belzeboom, sono tanti i commenti di satira politica: «La sinistra riparta da Satana», consiglia qualcuno. «Se #Satana si candida alle europee ha il mio voto», aggiunge un altro utente. «Dopo gli attacchi di Salvini, Satana richiama l’ambasciatore», annuncia divertito un altro cinguettio.