Cinque Stelle e Sardine ai ferri corti: “Sono un tappeto sotto al quale si nasconde la vecchia politica”

In origine era amore. Nel tempo (brevissimo) tra il movimento delle Sardine ed i Cinque Stelle qualcosa si è “rotto”. Anzi più di qualcosa, tanto che nelle ultime ore lo scontro tra i grillini ed il recente movimento di piazza si è acuito.

Il post di Barbara Lezzi

L’ex Ministro per il Sud del Governo Conte 1, Barbara Lezzi, su facebook ha commentato duramente l’intervista rilasciata dal leader delle Sardine, Santori a Repubblica.

“Il leader delle Sardine dichiara che la manifestazione contro il ripristino dei vitalizi lo fa ridere.  A me, invece, inquieta il principio secondo il quale ci sarebbe qualcuno che può ergersi al di sopra della volontà di esprimersi dei cittadini definendoli ridicoli. Perché questa manifestazione è stata chiesta proprio da cittadini che pretendono equità. Questa manifestazione è strumentale. Sì è strumentale ad abrogare un insopportabile privilegio. È strumentale a far sentire la voce di chi chiede pari condizioni.

L’affondo senza sconti

“L’ho detto dal primo momento – ha proseguito Barbara Lezzi. Quella fotografia con i Benetton ha rivelato l’essenza di Santori . E’ un magnifico tappeto sotto al quale nascondere la polvere della vecchia politica che si vuole tenere stretti i vitalizi e gli altri privilegi”.

Botta e risposta

Proprio su Repubblica, le Sardine tramite Santori avevano chiaramente contestato la scelta del Movimento Cinque Stelle di convocare una manifestazione di piazza per il prossimo 15 febbraio a Roma.

“Invece dei decreti sicurezza tornano a occuparsi dei vitalizi: non credo che abbiano seguito l’attualità dell’agenda di governo” ha detto Santori. “Dall’Emilia alla Calabria ci fa piacere quando c’è unità -aveva proseguito -, perché dobbiamo riconoscere qual é l’alternativa al populismo sovranista che ci viene presentato dall’altra parte”.

“Dopo aver posato sorridente in foto accanto ai Benetton, si scaglia in difesa dei vitalizi – gli risponde il sottosegretario cinquestelle Di Stefano -. A quando il sostegno alle pensioni d’oro? Il vuoto che avanza”.