Sassaiola contro braccianti migranti  

A Foggia due braccianti stranieri sono stati feriti da alcuni sassi lanciati da sconosciuti. L’episodio è stato denunciato dalla Flai Cgil ed è avvenuto ieri. I lavoratori si stavano spostando in bicicletta e si dirigevano da una vecchia fabbrica abbandonata in via Manfredonia ai campi dove lavorano.  

Secondo la prima ricostruzione, un gruppo di braccianti africani è stato avvicinato da un’automobile ed è stato oggetto di un lancio di sassi. Due di loro sono stati soccorsi dal 118. Un ferito ha riportato un trauma cranico. Secondo la Flai Cgil di Capitanata non è la prima volta che si verificano aggressioni agli stranieri. 

“Appare evidente”, secondo l’organizzazione sindacale, che c’è un ”clima di odio fomentato anche da azioni di forze politiche che fanno della discriminazione razziale verso gli immigrati che vivono e lavorano in questa Provincia, l’unico impegno politico concreto, dimenticandosi delle difficoltà che i cittadini vivono ogni giorno, addossando qualsiasi responsabilità alla presenza di persone extracomunitarie. Ci chiediamo cosa dovrà succedere ancora, per comprendere la gravità del clima, e di quanto sta accadendo quotidianamente nelle nostre città, Foggia inclusa”.  

Il sindacato auspica che si faccia piena luce sull’accaduto e nel contempo confida in una reazione politica e culturale del territorio. Sono in corso indagini dei Carabinieri. 

(Fonte: Adnkronos)

Annunci