Social, scontro Sgarbi – Scanzi: “Si piace da solo, soffre perché nessuno lo invita”

“Scarsi, l’uomo che si piace da solo. Ma che nessuno invita. Il povero Scarsi soffre perché nessuno lo invita. Ed è patetico nel suo chiedersi perché invitano me. La sostanza è che non invitano lui, povera stella”. Inizia così il post pubblicato su Facebook, questo pomeriggio, da Vittorio Sgarbi.  Neppure l’emergenza sanitaria legata al Coronavirus ha placato la querelle tra il critico d’arte e il giornalista Andrea Scanzi:  battibecchi che viaggiano, ormai da giorni, sulle immense ali del web, come gran parte delle polemiche d’altronde.  Da “capra nana”, alla lunga riflessione dal titolo “Quel che resta di Sgarbi”, passando per “Scanzetto, patetico e penoso”, arrivando alle annunciate querele. Il tutto condito da epiteti molto diretti e poco diplomatici (cioè in perfetta linea con il mood dei due personaggi) sino allo step odierno della lite più condivisa e partecipata del momento. Video, lettere, commenti. Tutto funziona ed è funzionale al botta e risposta con cui Scanzi e Sgarbi stanno intrattenendo gli internauti. Se il primo oggi pomeriggio ha dedicato al suo contendente, chiamato per l’occasione ‘sgorbi’ , una sequenza, di “sei un torsolo, un tordo, bollito e cadente” facendo pure riferimento all’età, ad eventuali problemi di prostata ed alla sua ospitata al programma di Chiambretti, il secondo non si è fatto attendere, affidando anche lui uno sfogo al noto social network, additando il giornalista di essere  la causa per la quale ogni sua partecipazione televisiva corrisponda ad un calo di ascolti. “Non ha più niente da dire, si ripete come un disco rotto – ha rimarcato il critico – Non è sul viale del tramonto, è in una notte senza fine, e senza stelle. Lo vedono solo se parla di me. Allora si accorgono che esiste. Ma non resiste a un sole che lo acceca. Si mette gli occhialetti per quello”. Insomma una vera e propria sfida dai risvolti imprevedibili che si è acuita negli ultimi giorni ma che trova la sua origine in altri scontri avvenuti qualche anno addietro. Ecco perché sarebbe inutile chiedersi se e quando finirà questo ‘dialogo’ social, piuttosto sarebbe opportuno domandarsi quando andrà in onda la prossima puntata!