Shiatsu e longevità, dal 18 al 25 settembre la Settimana nazionale  

Quasi un milione e mezzo di italiani ha provato lo Shiatsu, e 600 mila ne fanno uso abitualmente. Non un semplice massaggio, “ma una pratica manuale che, tramite precise modalità di pressione (dal giapponese Shi = dito e atsu = pressione) agisce sul flusso energetico dell’essere umano”. A ricordarlo è la Fisieo (Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori), in vista della Settimana nazionale dello Shiatsu, in programma in tutta Italia dal 18 al 25 settembre. Quest’anno l’iniziativa, dal titolo ‘Shiatsu e pratiche di lunga vita’, sarà dedicata a longevità e salutogenesi. 

L’arte dello Shiatsu, in Giappone riconosciuta come pratica sanitaria, porta con sé, un vasto bagaglio di conoscenze dedicate alla capacità di invecchiare mantenendo un buon stato di salute psicofisica. E forse non è un caso se proprio il Giappone “è il Paese con la più alta aspettativa di vita al mondo: 87 anni per le donne e 80 per gli uomini (con molti ultracentenari). Tanti, soprattutto se paragonati agli 81 delle donne americane e ai 76 dei loro connazionali uomini; in Italia – ricorda Fisieo – non ci scostiamo di molto, i dati riportano 83 anni per le donne e 77 per gli uomini”. Dato ancora più interessante è che, in media, “i giapponesi, vivono i primi 75 anni della loro vita in perfetta salute, lontano da ospedali, medici e case di cura”. 

La comunità scientifica internazionale è concorde nel ritenere che una vita sana e attiva, una corretta alimentazione e la capacità di non farsi travolgere dallo stress siano ingredienti comuni a tutte le storie di longevità. “Secondo gli scienziati, sono tanti i fattori che aiutano l’individuo a vivere, non solo a lungo ma preservando la qualità della sua esistenza giorno per giorno. Lo Shiatsu si basa su una visione di salutogenesi, non si focalizza sulle patologie, si occupa della persona nel suo insieme psicofisico per aiutarla a preservare e recuperare le risorse innate nel totale rispetto della diversità di ognuno”, scrive la Federazione. 

Inoltre il 21 settembre si celebra la Giornata mondiale dell’Alzheimer: tutti gli eventi della Settimana quel giorno saranno focalizzati su questo tema, con la presentazione di esperienze e progetti in cui lo Shiatsu ha affiancato esperti del mondo sanitario.  

Il programma della Settimana prevede:  

a) STUDI APERTI dei professionisti iscritti al Registro Operatori Shiatsu FISieo (gli operatori presenti nel territorio nazionale sono oltre 500). Su prenotazione sarà possibile richiedere un trattamento gratuito.  

b) SCUOLE APERTE con presentazione di corsi professionali, amatoriali e workshop, attività promozionali delle scuole accreditate FISieo (le scuole accreditate presenti nel territorio nazionale sono 40 circa).  

c) EVENTI Incontri, convegni e seminari in tutte le regioni italiane. Evento ufficiale di apertura a Padova il 17 settembre, dalle ore 17, a Palazzo Moroni. Tutte le notizie aggiornate si possono trovare su: settimanadelloshiatsu.it.