Sicurezza bis, ancora tensione in commissione  

Ancora tensione in commissione Affari costituzionali e Giustizia durante i lavori sul dl Sicurezza bis. Stavolta protagonisti sono il sottosegretario Carlo Sibilia e Laura Boldrini. Questo quanto accaduto, secondo il racconto di Roberto Speranza: “Stavo intervenendo in commissione quando i sottosegretari Molteni e Sibilia si sono messi a parlare davanti al banco della presidenza dandomi le spalle. Mi sono fermato e ho chiesto se potevo continuare il mio intervento. Sibilia si è girato verso di me: ‘Mica sono venuto qui ad ascoltare la Boldrini che parla ogni tre per due'”.  

A quel punto è scoppiato il caos in commissione. Speranza, Boldrini e il capogruppo di Leu, Federico Fornaro, hanno chiesto a Sibilia di scusarsi ma, a quanto riferiscono, “non solo il sottosegretario non si è scusato ma ha anche negato di aver detto quelle parole nonostante lo abbiano sentito tutti visto che parlava ad alta voce”.  

“Un sottosegretario è tenuto ad ascoltare i deputati dell’opposizione – aggiunge Boldrini- è inaccettabile che il governo dica che si è scocciato di ascoltare e persino si metta a irridere l’opposizione”.  

Per Speranza “ormai ogni limite è stato superato. Per una tale mancanza di rispetto del Parlamento, il sottosegretario dovrebbe dimettersi. Abbiamo chiesto all’ufficio di presidenza della Camera che venga richiesto a Sibilia di formulare scuse formali alla presidente Boldrini”. Leu ha abbandonato i lavori in commissione.  

(Fonte: Adnkronos)

Annunci