Sindacati, la Cgil contesta il calo delle iscrizioni e rilancia: «Il tesseramento tiene»

Demoskopika segnala un calo di 285 mila iscritti ma la Cgil replica: «Nel 2017 la confederazione ha chiuso il proprio tesseramento con 5.518.774 iscritti (+1,04 per cento rispetto al 2016 e +0,66 per cento rispetto al 2015)»

sindacati

Dopo la pubblicazione dell’indagine sulla rappresentanza sindacale, realizzata dall’Istituto Demoskopika, che metteva in evidenza come nel biennio 2015-2017, in Italia, il numero di iscritti alle principali associazioni sindacali fosse diminuito drasticamente, soprattutto nelle regioni del sud, la Cgil è intervenuta con una nota per contestare quanto rilevato dall’Istituto.

«Non comprendiamo i dati riferiti agli iscritti alla Cgil nel 2017», scrive il sindacato di Corso d’Italia.  «Infatti la Cgil – sottolinea la confederazione – nel 2017 ha chiuso il proprio tesseramento con 5.518.774 iscritti (+1,04 per cento rispetto al 2016 e +0,66 per cento rispetto al 2015), cui corrispondono altrettante deleghe sottoscritte».

«Al contrario di altri, – aggiunge il sindacato – la Cgil non computa, nel totale degli iscritti, gli aderenti alle associazioni da essa promosse, quali ad esempio Auser, Federconsumatori, ecc. (circa 400.000 associati). Pertanto, non risulta la flessione del 5,2 per cento che ci viene attribuita relativamente al raffronto tra il 2015 e il 2017».

«Il dato reale – prosegue la nota – è di sostanziale tenuta del tesseramento alla Cgil con un’apprezzabile crescita tra i lavoratori attivi ed una leggera flessione tra i pensionati che si spiega con il forte rallentamento della dinamica pensionistica per effetto della Legge Fornero».

«Infine, – conclude la Cgil – non convince e appare molto discutibile dal punto di vista scientifico il calcolo che Demoskopika fa sul presunto appeal sindacale, indice sconosciuto a qualsiasi serio ricercatore. Siamo, infatti, in presenza di dati rapportati agli occupati regione per regione (operazione ardita data la generosa definizione di occupati data dall’Istat) e riferiti ad un’indagine Istat ancora in fase di stabilizzazione sulle istituzioni no profit».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

cinque × 5 =