Sinner inarrestabile, a 18 anni è in semifinale ad Anversa  

Impresa di Jannik Sinner, che batte Frances Tiafoe 6-4, 3-6, 6-3 in un’ora e 42 minuti di gioco sul cemento di Anversa e passa così in semifinale. Il 18enne di Sesto Pusteria, numero 119 del ranking mondiale, è in gara con una wild card e grazie a questa vittoria si avvicina ulteriormente all’ingresso tra i primi 100 giocatori del ranking Atp. 

Sinner arrivava ai suoi primi quarti di finale nel circuito maggiore, centrati grazie alle affermazioni sul polacco Kamil Majchrzak, numero 91 Atp, proveniente dalle qualificazioni, e al colpo messo a segno ai danni del francese Gael Monfils, numero 13 Atp e primo favorito del seeding, finalista in questo torneo dodici mesi fa e in piena corsa per le Atp Finals. 

Exploit per l’altoatesino, determinazione e colpi già da campione navigato anche se la faccia e la carta d’identità sono quelli di un ragazzino, in una stagione da applausi nella quale ha di continuo ritoccato il proprio best ranking (da lunedì sarà come minimo numero 108 Atp). Prima dell’exploit in Belgio Jannik aveva raggiunto due volte quest’anno e in carriera gli ottavi in un torneo Atp: ad aprile a Budapest, partendo dalle qualificazioni (al suo primo torneo nel circuito maggiore), e a luglio ad Umago.  

Sinner, che ha ricevuto una wild card per le Next Gen Atp Finals di Milano a novembre, in questo 2019 ha vinto anche il suo primo match in un Masters 1000, agli Internazionali BNL d’Italia di Roma. Per lui anche due titoli challenger: Bergamo e Lexington.