Sinodo, italiani favorevoli a nuove vie del sacerdozio

Nel corso del raduno dei vescovi sull'Amazzonia, voluto da Papa Francesco, sono state sollevate ipotesi sul concedere la possibilità di diventare sacerdoti anche a persone sposate di comprovata fede religiosa

sinodo

Durante il sinodo sull’amazzonia voluto da Papa Francesco allo scopo di individuare nuove vie per l’evangelizzazione, in particolare delle persone indigene, così come per rispondere alle gravi ingiustizie nella regione, sono state sollevate riflessioni sull’adozione di nuovi modelli di ammissione al sacerdozio. Il cardinale Claudio Hummes, presidente del Repam (Rete ecclesiale panamazzonica), infatti, ha sottolineato come in Amazzonia inizino a scarseggiare i sacerdoti e nelle comunità amazzoniche l’Eucarestia è spesso impossibile. Per questo motivo ha avanzato la proposta delle comunità locali  di dare la possibilità di ordinare come sacerdoti anche uomini sposati di comprovata fede religiosa riconosciuta dalla società.
Un tema, quello della carenza di vocazioni e della ricerca di nuove vie al sacerdozio, affrontato anche dall’Istituto Swg che, tramite un sondaggio realizzato su un campione rappresentativo nazionale di 1000 individui, ha voluto conoscere il parere degli italiani.

I risultati del sondaggio
Nel quesito sottoposto agli intervistati è stato chiesto se ritenessero accettabile consentire lo svolgimento delle funzioni di sacerdote, in luoghi remoti e poco accessibili, a persone anziane, sposate e di provata fede. L’ipotesi è stata accolta favorevolmente dal 54 per cento che si è detto molto (18 per cento) o abbastanza (36 per cento) d’accordo, mentre il 20 per cento ha dichiarato di essere poco (13 per cento) o per nulla (7 per cento) a favore. Che il quesito tocchi un tema delicato, però, lo si evince da quanti non hanno espresso una posizione precisa: ben il 26 per cento, infatti, ha preferito non rispondere.

sinodo
(Fonte: http://www.swg.it/politicapp)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro − 2 =