SNAI – Copa America: Brasile‐Perù Verdeoro blindati, trionfo a quota 1,30  

Come aprire una lavanderia

Il Brasile, ancora a porta inviolata, arriva da favoritissimo alla finale – Il colpo peruviano sale fino a 12 volte la posta – Argentina per il terzo posto contro il Cile: riscatto Albiceleste a 1,85. 

Milano, 5 luglio 2019 ‐ Il Brasile ci è arrivato da grande favorito, con un tabellino di marcia all’altezza del blasone, il Perù invece è giunto alla finale di Copa America in maniera più rocambolesca, passando damiglior terza del girone. In più, i verdeoro hanno una netta prevalenza nei precedenti contro i peruviani, in 44 confronti ben 31 vittorie, ultima delle quali il pesante 5‐0 ottenuto proprio nella fase iniziale di questotorneo. L’analisi di SNAI sul match di domenica sera al Maracanà non può che essere nettamente a favore dei gialloverdi, dati a 1,30 per il successo, contro il 5,00 per il pareggio e il 12 per il colpo dei ragazzi diGareca, che varrebbe il terzo trionfo nella manifestazione.
 

Frimino prenota il gol ‐ I verdeoro, si diceva, sono arrivati fin qui con un cammino pressoché perfetto, perlomeno dal punto di vista difensivo, non avendo incassato alcun gol nella competizione. Vincere la finalemantenendo la porta di Alisson ancora imbattuta è una scommessa (“1+No Goal” sul tabellone) da 1,75. La tenuta del Brasile rende dunque particolarmente difficile la vita ai due migliori marcatori peruviani: PaoloGuerrero ed Edison Flores (due reti ciascuno) sono rispettivamente a 5,00 e 8,00 su SNAI, mentre per il Brasile Firmino e Coutinho (anche per loro due marcature ciascuno) rispondono a 2,10 e 2,60.
 

Argentina a 1,85 ‐ Prima della finalissima, spazio al match di consolazione tra Argentina e Cile, che domani si giocano il terzo posto. Le due formazioni si sono affrontate in finale nelle ultime due edizioni e a vincere è stata sempre la Roja: la vendetta albiceleste vale 1,85, pari a 3,50, il tris cileno pagherebbe invece 4,50. 

Ufficio stampa Snaitech SpA 

Cell. +39.348.4963434 – e-mail: [email protected] 

 

(Fonte: Adnkronos Immediapress)