Sociale, nasce Opportunity per Napoli: agenzia di servizi per i poveri

Giovani con varie competenze potranno avviare le proprie attività senza dover pagare l'affitto, ma contribuendo solo alle spese di luce, gas, acqua e condominio e impegnandosi a donare parte del loro tempo per le persone disagiate

Rimboccarsi le maniche e cambiare la propria città: con questo spirito, nel 2010, nasceva a Napoli “Adda Passà A’ Nuttata”, tra le più giovani onlus d’Italia, composta esclusivamente da under 30. In otto anni ha organizzato tour della legalità, lezioni nelle scuole, cene di solidarietà e tanti altri progetti, da ultimo Opportunity, un’agenzia di servizi gratuiti nata per i poveri della città.

La struttura aprirà i battenti nel quartiere della Sanità, tristemente noto per le sparatorie di camorra, ma potenzialmente ricco di opportunità. In questa zona l’associazione gestisce da anni locali confiscati alla camorra, tra cui quelli di via Montesilvano, avuti in concessione dal Comune di Napoli dopo aver partecipato a un bando del 2016.

L’idea
«Il nostro progetto è risultato vincitore ma si è trattato solo di un punto di partenza – spiega Davide D’Errico, 27 anni, presidente della onlus – perché abbiamo trovato un posto devastato da ricostruire totalmente senza alcun tipo di sostegno da parte delle istituzioni pubbliche». Davide, laureato in giurisprudenza, si divide tra la pratica per diventare avvocato ed esperienze nell’ambito della comunicazione, da conduzioni radiofoniche a campagne social. Il suo nonno paterno, Lucio, titolare di un’azienda, fu ucciso nel ’93 per essersi rifiutato di pagare il pizzo. Opportunity rappresenta dunque per lui anche una questione personale.

«Avrei preferito conoscerlo meglio – ammette Davide – piuttosto che vivere in un mondo che ha bisogno di eroi per combattere il crimine. Nel suo ricordo e nella speranza di costruire un sogno è partita nei mesi scorsi la campagna “Due euro a piacere contro la camorra”, culminata con una serata di beneficenza in una villa della città. Ci sono arrivate donazioni da tutto il mondo, da Miami a Torino, da Roma a Napoli, da Londra a Bologna. Con un giorno di anticipo, rispetto alla scadenza prefissata, abbiamo raggiunto, e superato, i 20 mila euro necessari per avviare i lavori».

L’opportunità che mancava
Opportunity sarà basata sul coworking: in un tipico basso napoletano, da tempo inutilizzato, giovani con varie competenze potranno avviare le proprie attività senza dover pagare l’affitto, ma contribuendo solo alle spese di luce, gas, acqua e condominio e impegnandosi a donare parte del loro tempo per le persone disagiate. Per esempio gli attori diplomati lo scorso anno al Teatro Stabile avranno una sala prove e in cambio offriranno laboratori di recitazione ai bambini del quartiere. Apriranno qui la propria sede start-up e aziende che al contempo organizzeranno corsi professionali o doneranno qualcosa alla comunità.

La rete di sostegno
Per quest’iniziativa, intorno ad “Adda Passà A’ Nuttata” (che prende il nome dalla celebre frase di Eduardo De Filippo nel film “Napoli Milionaria”), si è creata una fitta rete di volontariato: dalle associazioni Clenap e Locomotiva Onlus all’Oratorio Karol, passando per professionisti affermati che daranno un’ora a settimana del proprio tempo per offrire consulenze a costo zero.

«Chi viene da noi – spiega Davide – potrà avere assistenza legale, medica, psicologica, essere aiutato a scrivere il proprio curriculum o mangiare una “pizza sospesa” da Concettina ai Tre Santi. Stiamo ricevendo aiuti di ogni tipo: di recente un’azienda che vende materiale elettrico ha manifestato la volontà di aprire la propria sede da noi e sul principio del coworking donerà le luminarie per il quartiere».

«Opportunity sarà la prima agenzia di servizi gratuiti a nascere in un bene confiscato alla camorra. Il taglio del nastro è previsto per il 15 dicembre. I lavori di ristrutturazione dello stabile sono finiti – annuncia Davide – abbiamo affidato gli interni ai giovani del quartiere: l’occasione per imparare un mestiere».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciassette − sedici =