Soldi, sono le microspese a bucare il tuo conto in banca

Eliminando pranzo fuori e caffè al bar si possono risparmiare cifre importanti, tanto da poter fare il giro del mondo o comprare una moto

soldi

Soldi, maledetti soldi. Arrivano e volano via. A incidere sulla pesantezza (o leggerezza) del conto in banca sono principalmente le microspese, piccoli acquisti giornalieri
che impediscono il risparmio sul lungo periodo. Importi insignificanti solamente sulla carta. Perché, se messi insieme, se sommati, arrivano a toccare cifre importanti, per alcuni inimmaginabili. Tagliando alcune microspese (per esempio portandosi al lavoro il termos da casa invece di acquistare il caffè al bar, oppure il pranzo al sacco anzichè fuori) si possono risparmare così tanti soldi da fare il giro del mondo.

Nel dettaglio
Tiendeo.it ha elencato alcune microspese che vanno ad intaccare i risparmi: «Chi si è mai fermato a calcolare quanto sia il costo quotidiano del caffè? Moltiplicato per un anno? E per cinque? Ebbene sì, il semplice gesto quotidiano di prendere un caffè al bar, ha un costo annuale di 350 euro, che in cinque anni superano i 1900 euro. Non solo il caffè. I pasti fuori casa hanno un impatto non indifferente sull’economia domestica, e facendo qualche calcolo, si scopre come eliminare l’abitudine di mangiare fuori possa costare molto cara, raggiungendo una somma di 3900 euro annui, che in cinque anni sono 21.200 euro. Settembre, mese di buoni propositi, voglia di recuperare la forma fisica. Cosa c’è di meglio diun’iscrizione in palestra? Un’ottima idea, basta però che si frequenti, altrimenti possiamo
considerare persa la somma spesa, ovvero 580  euro, che moltiplicati per cinque sono ben 3.100 euro».

Controllo e consigli
La chiave per risparmiare soldi? Avere quanto più possibile il controllo delle proprie uscite, soprattutto delle micro spese. Ecco, infine, alcuni consigli per non prosciugare il conto in banca:

● Identificare le microspese inutili e sostituibili e creare alternative low cost
● Registrare le spese quotidiane (anche le più piccole)
● Pianificare le uscite mensili
● Mettere da parte a inizio mese un fisso per eventuali uscite straordinarie
● Creare obiettivi (l’acquisto di un computer nuovo, una vacanza…) e ogni mese mettere
da parte dei soldi con questo fine