Sondaggi politici: in tempo di coronavirus per Swg sorridono Lega e Pd, dominio del centrodestra

La politica si dice sia in quarantena in tempi di coronavirus.  E’ una verità parziale, perché i leader politici non se ne stanno in silenzio. Commentano, si fanno vedere in tv e  non bisogna dimenticare che, in prima linea, a livello mediatico ci sono governatori ed amministratori.

Governatori in prima linea

Hanno i volti di Luca Zaia ed Attilio Fontana, che amministrano regioni in trincea come Lombardia e Vento. Ma anche quelli di Stefano Bonaccini in Emilia Romagna e Michele Emiliano in Puglia o Jole Santelli in Calabria.  In questa fase così difficile, anche sono loro a muovere il consenso politico.  Inevitabile, perciò, andare a vedere in che modo, nell’ultima settimana, le intenzioni di voto a livello politico sono cambiate tra gli italiani. Le rilevazioni sono di Swg.

I numeri dei sondaggi Swg

La Lega torna a crescere. Passa, infatti, dal 30,6% al 31%. Un +0,4% significativo in una settimana in cui le ‘sue’ regioni principali sono sotto pressione, ossia Lombardia e Veneto. Giorgia Meloni, invece, mantiene il 12% senza variazioni. 0,2% di perdita per Forza Italia, adesso al 5,3%. La coalizione di centrodestra vale il 48,2%.

Riguardo alla maggioranza, invece, cresce solo il Partito Democratico. I dem sono quelli che crescono di più in assoluto: +0,9% e 20,5% come percentuale al 16 marzo. Il M5S perde lo 0,2% e adesso è al 13,2%. Italia Viva cede lo 0,3% e si assesta al 3,2%. Stessa perdita per la Sinistra, ora al 3,5%.