Sondaggio Swg Mentana, terremoto politico: tsunami Meloni, tutti in 3 punti

Il sondaggio che ridisegna il quadro politico italiano. La rilevazione di Swg per il TgLa7 di Enrico Mentana vede Lega, Pd, Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle tutti in un fazzoletto di tre soli punti percentuali, uno scenario praticamente mai verificatosi prima. Impressiona il calo del partito di Matteo Salvini e il drastico balzo in avanti di quello di Giorgia Meloni, che vede il sorpasso ai dem di Enrico Letta.

Ecco i dati nel dettaglio, decisamente significativi. La Lega resta il primo partito ma scende al 20,9%, perdendo 0,9 punti in una settimana. Alle spalle del Carroccio sempre il Pd, al 19%, in lievissimo calo dello 0.1. Ma più che guardare alla vetta, al Nazareno avranno iniziato a guardarsi le spalle. Nello specchietto retrovisore incalza ormai FdI, a un tiro di schioppo. Impressionante il “botto” dei meloniani, che in una settimana guadagnano 1,1 punti e balzano al 18,7%, record storico per il partito nato dalla scissione del Pdl ai tempi del governo Monti. Oggi come allora, anzi oggi più di allora, stare all’opposizione paga, eccome. Il trend della Meloni, unica eccezione all’arco costituzionale schierato senza se e senza ma con Mario Draghi, sembra al momento incontenibile.

Ai piedi del podio guadagna anche il Movimento 5 Stelle, che sta iniziando a invertire una tendenza drammatica iniziata con il governo Conte 1. I pentastellati sono oggi al 17,8%, forti di una crescita dello 0,4. Nel confronto tra centrodestra e centrosinistra (al momento, puramente virtuale) rischia di diventare decisivo il risultato di Forza Italia, attualmente al 6,6% (-0,2). A sinistra, chiudono il conto tanti “cespugli”: Azione di Calenda al 3,5% (-0,1), Sinistra italiana al 2,9% (-0,2), i Verdi al 2,1% (+0,1), +Europa al 2% (+0,3). E Matteo Renzi? La sua Italia Viva è ormai ufficialmente un cartello parlamentare e non più un movimento elettorale: 1,7% -0,2, ormai lontanissimo dalla soglia minima fissata al 5 per cento.