Sostenibilità: Fontanini, ‘contento che tour Enel affronti tema lingua friulana’  

“E’ una cosa molto simpatica che Enel si interessi della lingua friulana, ricordo che in questo territorio si usano minimo due lingue, l’italiano e il friulano, poi ci sono anche coloro che conoscono 3-4 lingue”. Così il sindaco di Udine Pietro Fontanini, in occasione della tappa di Udine dell’Enel Energia Tour.  

“Sono contento che oggi si affronti questo argomento tra l’altro con una protagonista che è una persona venuta dal Sud Italia, ha imparato la nostra lingua e interpreta il friulano in maniera anche comica, dando una valenza anche un po’ ironica al nostro modo di parlare. Quindi grazie ad Enel per questa presenza in città e per aver colto questo aspetto particolare”, aggiunge.  

“Questo è un tour molto importante che ci vede vicini ai cittadini, ai nostri clienti e alle eccellenze e bellezze del nostro Paese – sottolinea Giovanni Zanchetta, responsabile Enel Mercato Italia Area Triveneto – Nel Friuli Venezia Giulia noi abbiamo 23 negozi, siamo il primo operatore come capillarità, dove serviamo circa 90mila clienti all’anno. Questa vicinanza è qualcosa che viviamo nel concreto”.  

“Lavoriamo alla sostenibilità – ricorda – dal punto di vista dell’impatto ambientale ma anche dal punto di vista della presenza nel territorio creando posti di lavoro ed energie positive”.  

Non solo, sempre sul fronte della sostenibilità, aggiunge, “noi aiutiamo costantemente i nostri clienti a consumare meno, in particolare con la nostra società Enel X forniamo servizi di efficientamento energetico, costruiamo impianti di illuminazione a basso consumo, centrali a biomasse, centrali di cogenerazione o impianti fotovoltaici”.  

“Con i nostri clienti cerchiamo di costruire una partnership che consolidi il nostro ruolo. Enel Tour sposa tutto ciò, immergendoci nel territorio e rappresentando al meglio la nostra azienda”, conclude Zanchetta.  

(Fonte: Adnkronos Prometeo)