Prova ad ucciderla, lei lo perdona: il bacio durante il processo fa discutere

Prova ad ucciderla, ma lei lo perdona. Micheli Schlosser, 25 anni, lo scorso agosto ha rischiato di essere uccisa dal fidanzato con cinque colpi di pistola. La donna in questi giorni è salita agli onori della cronaca in Brasile per aver dato all’ex un bacio davanti al giudice durante l’udienza per la sua condanna.

LA RICOSTRUZIONE

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la coppia si trovava in una gelateria quando Micheli ha iniziato a criticare il fidanzato, Rafael Pesselt, per i messaggi che aveva inviato ad altre donne, minacciando di denunciarlo per violenza sessuale. Il ragazzo era fuggito per poi tornare dopo pochi minuti con una pistola in mano, che ha usato per rivolgere cinque colpi alla sua fidanzata. Micheli ha fatto in tempo a scappare a bordo di un auto insieme ad alcuni amici. Il 28enne è stato arrestato e posto in custodia cautelare fino al processo, che ha avuto luogo in un tribunale di Venancio Aires, nello stato del Rio Grande do Sul, in Brasile.

COSA SUCCEDE IN AULA?

Micheli, dopo aver ascoltato la sentenza che condanna l’ex fidanzato a 7 anni di reclusioni, si è avvicinata al giudice e ha chiesto il permesso di raggiungere Pesselt per baciarlo. “Mi sorprende che lei voglia ancora avere una relazione con l’uomo che le ha sparato cinque volte e che non ha mai voluto mettersi in contatto con lei durante tutto il periodo trascorso in carcere”, ha detto il giudice incredulo. Sembra infatti che la ragazza avesse mandato lettere al fidanzato mentre era in carcere, a cui lui non aveva mai risposto.

IL PERDONO

“L’ho perdonato perché lo amo, ha già iniziato a pagare per il suo errore. E’ stato un caso isolato. Di tutti gli uomini che ho avuto, lui è stato uno dei più corretti e gentili con me”, ha replicato lei