Spiagge devastate e una vittima, Marche in ginocchio  

Marche in ginocchio dopo la tempesta di pioggia e vento che ieri ha devastato spiagge, tra cui quelle di Numana e Sirolo, provocato la caduta di numerosi alberi, oltre ad allagamenti e incidenti, e registrato anche un morto, un uomo di 72 anni colpito da infarto nel pomeriggio di ieri a Osimo durante la bufera. Danni alle strutture turistiche sulla costa fanese e sulla Riviera del Conero, mentre ad Ancona sono state decine le persone soccorse per incidenti stradali e forti disagi si sono registrati in tutte le province e nel capoluogo. Tanti i danni in particolare a Pesaro, dove il temporale ha causato anche black out elettrici su diverse zone, con raffiche di vento fino a 150 km/h. 

“Dal pomeriggio di ieri #maltempo nelle #Marche, oltre 160 gli interventi effettuati finora dai #vigilidelfuoco per alberi caduti, allagamenti e strutture divelte. Maggiori criticità in provincia di #Ancona, squadre al lavoro”, si legge sul profilo Twitter dei Vigili del fuoco.  

“La situazione è stata affrontata tempestivamente grazie al lavoro di tecnici, volontari e forze dell’ordine che hanno consentito di uscire dall’emergenza. I danni sono stati ingenti ma la forza di volontà dei numanesi e il rispetto che abbiamo per i turisti ha fatto sì che Numana sia già pronta ad accoglierli e a regalare loro, come sempre, una splendida vacanza”, si legge nel post pubblicato su Facebook dal sindaco di Numana Gianluigi Tombolini.  

“Siamo vicini alle comunità marchigiane colpite dal maltempo e siamo in costante contatto con la Protezione civile regionale per monitorare le criticità sul territorio. Più tardi sarò a Numana con il sindaco Gianluigi Tombolini per un sopralluogo”, scrive su Facebook il governatore delle Marche Luca Ceriscioli.  

(Fonte: Adnkronos)