Sprechi alimentari, per combatterli c’è Too Good To Go. Ora anche a Roma

Si tratta di un'applicazione per smartphone che permette ai ristoratori di mettere in vendita a prezzi ridotti il cibo invenduto a fine giornata

sprechi alimentari

La sfida agli sprechi alimentari si allarga e ingloba la Capitale. Dopo Milano, Torino, Bologna, Firenze, Genova e Verona, l’applicazione Too Good To Go (nata in Danimarca) sbarca anche a Roma. Con dietro numeri importantissimi: del resto, è presente in 13 Paesi d’Europa con già 14 milioni di utenti. A Roma hanno già aderito alla battaglia dei colossi come per esempio Eataly, Mercato Testaccio, Gianfornaio, Alice Pizza, Sushi Shop e Sushi Daily.

Come funziona 
I ristoratori e i commercianti di prodotti freschi iscritti all’applicazione possono mettere ogni giorno in vendita le Magic Box, delle “bag” con una selezione a sorpresa di deliziosi prodotti e piatti freschi, rimasti invenduti a fine giornata e che non possono essere rimessi in vendita il giorno successivo. Ciascun commerciante ha la possibilità di indicare ogni giorno la quantità di Magic Box disponibili a seconda di quanto invenduto prevede di avere a fine giornata.

Dall’altra parte, i consumatori possono acquistare con un semplice tapsull’applicazione ottimi pasti a prezzi minimi, tra i 2 e i 6 euro, impegnandosi allo stesso tempo nella lotta agli sprechi e nella tutela dell’ambiente, considerando che ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2 kg di Co2. Basta geolocalizzarsi e cercare i locali aderenti, che verranno visualizzati sulla mappa della città con dei pallini di tre colori: verde per quelli che hanno ampia disponibilità di Magic Box, giallo (disponibilità limitata), rosso (Magic Box esaurite o non disponibili per la giornata: niente sprechi alimentari!).

Una volta scelto il locale preferito, l’utente potrà ordinare la propria Magic Box e pagarla tramite l’app con carta di credito, Paypal o il servizio Google Pay. Poi basterà recarsi al negozio nella fascia oraria specificata, mostrare la conferma al negoziante tramite app e ritirare la Magic Box per scoprire cosa c’è dentro. Inoltre, per limitare l’uso di imballaggi, i negozi aderenti a Too Good To Go incoraggeranno i clienti stessi a portare da casa contenitori e sacchetti propri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sei − 3 =