Spreco alimentare, ecco come combatterlo grazie a un’app

Da un sondaggio dell'Istituto Swg è risultato come, per gli italiani, è il settore del cibo quello dove si spreca di più

spreco alimentare

Combattere lo spreco di cibo. È con questo obiettivo che è nata “Too Good To Go” l’app contro lo spreco alimentare. Nata nel 2015, in Danimarca, è ora disponibile anche in Italia e permetterà a gestori di bar, ristoranti e supermercati di poter recuperare e vendere online il cibo invenduto.

Come funziona
I commercianti iscritti all’applicazione potranno così mettere in vendita delle Magic box con una selezione a sorpresa di prodotti e piatti freschi, rimasti invenduti e che non possono essere rimessi in commercio il giorno successivo. I consumatori potranno così fare ottimi acquisti a prezzi vantaggiosi che vanno dai 2 ai 6 euro e, allo stesso tempo, contribuiranno alla lotta contro gli sprechi e alla tutela dell’ambiente. Infatti, ogni Magic Box acquistata permette di evitare l’emissione di 2 kg di Co2: dopo essersi geolocalizzati si possono cercare gli esercizi che aderiscono all’iniziativa e dopo aver ordinato e pagato la Magic box tramite l’app, si potrà passare a ritirarla nella fascia oraria specificata. E, al fine di riciclare ulteriormente, diminuendo il consumo di imballaggi, molti negozi incoraggiano i clienti a portare sacchetti e contenitori propri.

Cosa sprechiamo di più
Lo spreco di cibo è, senza dubbio, uno dei nostri problemi principali. Una situazione ben chiara agli stessi italiani, come risulta da un sondaggio dell’Istituto Swg. Secondo la maggior parte degli intervistati, infatti, il settore alimentare (72 per cento) è quello dove si riscontrano più sprechi, seguito dall’acqua (42 per cento) e dall’elettricità (16 per cento).

spreco alimentare
(Fonte: https://www.swg.it/radar)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + otto =