Status di pubblico ufficiale ai medici, la proposta Pd contro le aggressioni

E' una condizione che consentirebbe alla magistratura di procedere automaticamente e non dietro denuncia come avviene attualmente

medici

«Si stima che siano oltre tremila i casi di aggressione a medici e infermieri ogni anno, ma solo 1.200 sono quelli denunciati all’Inail. Il sindacato degli infermieri dice che i più esposti al rischio sono gli addetti al pronto soccorso, con 456 casi nell’ultimo anno. Le aggressioni a medici e a infermieri, che lavorano in corsia, quindi non in un reparto di pronto soccorso, sono state circa 400, negli ambulatori  320. C’è bisogno di ristabilire il patto di alleanza tra medici e pazienti». A dirlo è Paolo Siani, deputato del Partito democratico, che insieme alla collega Michela Rostan, ha presentato una proposta di legge per il riconoscimento della qualifica di pubblico ufficiale a medici e personale sanitario nell’esercizio delle loro funzioni.
Lo status di pubblico ufficiale consente che, nel caso di aggressioni, la magistratura proceda automaticamente e non dietro denuncia come avviene attualmente.

«Non servirà inasprire le pene, sono pochi i medici che denunciano – . dice ancora Siani – Bisognerà lavorare per ridare fiducia ai cittadini e mettere i medici e gli infermieri nelle condizioni di poter svolgere al meglio il loro lavoro, e proteggere così il diritto alla salute previsto dall’articolo 32 della Costituzione».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

13 + 8 =