Starbucks Italia in mano ad Antonio Percassi: è il mago del retail

Ex calciatore, presidente dell’Atalanta e imprenditore: l’impero è iniziato con un negozio Benetton a Bergamo

Starbucks

«Al caffè preferisco il Frappuccino». Parole di Antonio Percassi, pronunciate durante un’intervista di tre anni fa alla Gazzetta dello Sport. Le trattative per portare in Italia il colosso del caffè erano sul tavolo già da un po’, sono state chiuse qualche anno dopo e adesso Strarbucks è sbarcato in Italia, a Milano. E’ più un museo che un bar quello di Piazza Cordusio, a due passi dal Duomo e dal Castello Sforzesco. Ed è solo un primo passo. Perché sarà Percassi a gestire i negozi Strarbucks che verranno aperti nell’imminente futuro sulla Penisola. Sicuramente altri quattro store nel capoluogo lombardo, ma rumors parlano di inaugurazioni programmate anche a Torino, Roma e forse Bergamo. Le attività di Percassi sono gestite da due holding: la prima è Odissea Srl che si occupa di retail ed e-commerce, la seconda è Stilo Immobiliare Finanziaria Srl, attiva nel settore immobiliare (centri commerciali principalmente). Il gruppo conta 9.300 dipendenti e ha un volume d’affari che va vicino alla cifra di 800 milioni di euro all’anno. Percassi, scelto come licenziatario unico di Starbucks in Italia, sarà proprietario e gestore dei locali del marchio a stelle e strisce.

Le parole del presidente

Da Zara a Kiko 
Percassi ha aiutato il marchio Zara ad entrare nel mercato italiano e negli anni ha stretto collaborazioni con Swatch, Nike, Levi’s, Calvin Klein Guess e Tommy Hilfiger, oltre a marchi di lusso come Gucci, Ferrari e Ralph Lauren. Altri contratti? Victoria’s Secret e Lego. Non solo. Nel portafoglio ci sono anche brand di proprietà: la punta di diamante è Kiko Milano (cosmetici), stesso settore per Womo e Bullfrog, poi ecco Vergelio nelle calzature, infine ci sonno Da30Polenta, Caio e Casa Maioli nell’ambito della ristorazione. Come è iniziato l’impero? Con un incontro fortunato. A 22 anni riuscì a convincere Luciano Benetton ad affidargli in franchising un suo negozio a Bergamo.

Passione Atalanta
Antonio Percassi ha un passato da calciatore. A 14 anni entrò nel settore giovanile dell’Atalanta. La scalata arrivò a compimento a 20 anni, quando iniziò a calcare i campi della Serie A come difensore. Due stagioni più tardi, dopo aver marcato Altafini e aver affiancato Scirea, mollò tutto per fare l’imprenditore. La passione per il calcio però non si è mai spenta. Oggi Percassi è il proprietario dell’Atalanta. L’ha riportata in Europa l’anno scorso sotto la gestione dell’allenatore Gasperini. Papu Gomez in campo e via verso un futuro brillante. Il colpo più importante però non è arrivato in sede di calciomercato. L’acquisto dello stadio Atleti Azzurri d’Italia, pronto per il restyling completo, è una solida certezza. La ristrutturazione del nuovo impianto da 24 mila posti costerà 35 milioni di euro. I lavori sono già stati messi in cantiere. Si parte nel 2019. Magari si venderanno anche Frappuccini in curva… 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

uno × 3 =