Startup, in cantiere l’app che aiuta i genitori divorziati (e i loro figli)

Il progetto sta spiccando il volo attraverso la piattaforma crowdfunding Eppela: punta a contenere i danni collaterali di una separazione

Si chiama Parenting, è della startup a vocazione sociale Slidinglife. Si tratta di un progetto che sta spiccando il volo attraverso la piattaforma crowdfunding Eppela. L’obiettivo che si pone è alto perché punta a contenere i danni collaterali di un divorzio, aiutando i genitori che si separano attraverso un’applicazione.  

Tre funzioni principali 
La missione, infatti, è di ridurre i litigi e al tempo stesso migliorare la comunicazione tra ex coniugi. Riducendo così i tempi giuridici ma anche abbattendo i costi per contenziosi legali dispendiosi. L’app ha tre funzionalità principali che vanno a incidere sulla vita di tutti i giorni. Uno: Calendar. Permette di organizzare, con notifiche, il calendario delle visite ai figli e i cambi turno. Due: Gestione spese. I costi straordinari possono essere approvati o rifiutati attraverso il servizio, ma soprattutto essere pagate con un semplice clic. Tre: Approvazione foto. Gli scatti che ritraggono i figli verranno inviati e approvati dal coniuge per la loro pubblicazione sui social network.   

I fondi
Il progetto è a cura di Massimiliano Arena, avvocato di Foggia. Sulla pagina di Eppela si legge: «Il Parenting è una funzionalità di Slidinglife particolarmente innovativa che necessita di competenze informatiche complesse. Per questo il 50 per cento del ricavato della campagna crowdfunding verrà destinato allo sviluppo tecnico del prodotto. I nostri programmatori creeranno una tecnologia di facile uso, per permettere l’utilizzo di tutte le funzioni del Parenting in maniera semplice ed intuitiva, anche se non si è particolarmente digitalizzati. La restante parte del ricavato verrà investita in promozione del Parenting. Per agevolare quanti più genitori possibili nella gestione quotidiana della vita dei figli e per semplificare il pagamento delle spese condivise, abbiamo bisogno di far conoscere il Parenting. Per questo, il ricavato della campagna sarà destinato a promuovere la principale funzionalità di Slidinglife, aumentandone visibilità e diffusione. Permettendoci di sviluppare e promuovere il servizio, potremo aiutare i genitori separati a comunicare meglio e litigare meno: risparmiando tempo e costi. Ma soprattutto renderemo più serena la quotidianità dei loro figli». 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

3 + 16 =