Supercoppa, Pucciarelli scavalca Salvini: «Spostate Juve-Milan da Gedda»

Lo stadio "sessista" dell'Arabia Saudita continua a far discutere il mondo politico: il vicepremier ci va piano, così ci pensa la senatrice della Lega ad affondare il colpo

super coppa

Non si placano le polemiche attorno a Juventus-Milan, gara in programma il 16 gennaio che mette in palio la Supercoppa Italiana a Gedda, città dell’Arabia Saudita. Lo stadio “sessista” continua a fare discutere il mondo politico. Matteo Salvini, il leader della Lega, insiste e la tocca piano: «Non la guarderò, mi vedrò una faction. Non boicotto niente, ognuno è libero di guardarla…». Più duro il commento di Giovanni Malagò, numero uno del Coni: «Sul caso della Supercoppa a Gedda c’è il trionfo dell’ipocrisia da parte di tante persone». Da segnalare però le parole della senatrice della Lega e presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, Stefania Pucciarelli, che in qualche modo ha “scavalcato” Salvini: «Ho inviato una lettera al presidente della Lega Serie A Gaetano Miccichè per chiedere, nell’ambito delle sue competenze e attraverso le procedure più idonee, di spostare la finale di Supercoppa Italiana in un’altra località ed in condizioni compatibili con i valori del calcio e dello sport in generale. Ritengo che tale iniziativa rappresenterebbe un segnale inequivocabile ed efficace che il mondo del calcio italiano manderebbe ai milioni di tifosi e tifose che lo compongono e ne rappresentano genuina ricchezza, fungendo al contempo da stimolo per chi ha responsabilità politiche a non abdicare mai dalla irrinunciabile responsabilità di favorire leggi e trattati internazionali tesi a preservare e a non mortificare la condizione della donna, pilastro fondamentale di ogni società civile».

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

tre × 4 =