Targa estera, stangata per i furbetti. E la Lega pensa al limite a 150 km/h

Il Carroccio sta valutando diverse idee sulla mobilità: multa raddoppia se si viaggia senza assicurazione più di una volta

targhe

Il dl Sicurezza fa lo sgambetto a chi sfrutta le targhe estere, a chi “traveste” la propria auto per risparmiare o non pagare bollo e assicurazione, ma anche per risultare invisibile al fisco e quindi evitare le multe. La nuova norma impedisce di circolare con targa straniera a persone che risiedono in Italia da oltre 60 giorni. Occhio all’eccezione: se il mezzo è in leasing o a noleggio, basta avere a bordo una dichiarazione della società intestataria del mezzo (l’operatore non deve avere sede in Italia) per non incorrere in sanzioni.  

Soddisfazione al Mit
Così Danilo Toninelli, ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti: «Grazie alla volontà del governo e del nostro ministero, i furbetti, che fino a ieri utilizzavano in Italia auto immatricolate in altri Paesi pur risiedendo nella penisola, ora non potranno eludere tasse e controlli. Queste persone non avranno più vita facile, il provvedimento punta a porre un freno ad una pratica scorretta purtroppo molto diffusa che danneggia tutti noi togliendo al fisco soldi dovuti e fa male anche a tante aziende nazionali che lavorano correttamente. Coloro che violeranno il divieto che abbiamo imposto dovranno pagare una multa salata e, se non si metteranno in regola, si potrà arrivare sino alla confisca del veicolo».

Le sanzioni
Per chi non rispetterà la legge, dunque, arriveranno sanzioni pesanti e stop forzati. In primis una multa da 712 euro e poi l’obbligo di tenere il mezzo in deposito e di immatricolarlo in Italia entro 180 giorni. E’ consentito, inoltre, pagare la multa, consegnare le targhe e i documenti alla motorizzazione chiedendo un foglio di via e la targa provvisoria per poter portare il veicolo fuorilegge all’esterno dei confini italiani. La nuova norma va a colpire gli italiani che comprano macchine di lusso all’estero (di solito il fenomeno si concentra tra Germania, Austria e Svizzera), gli stranieri regolari che acquistano un’auto in Italia immatricolandola nel loro Paese, ma anche gli stranieri irregolari che si “nascondono” dietro la targa estera per non essere identificati.

Le altre idee
La Lega ha in mente di alzare il limite di velocità in autostrada a 150 km/h. La proposta arriva da Alessandro Morelli, presidente della commissione Trasporti della Camera. Da segnalare inoltre un emendamento del Carroccio, firmato da Enrico Montani, al decreto fiscale all’esame della commissione Finanze del Senato: gli automobilisti che verranno sorpresi più di una volta senza assicurazione regolare a bordo di un mezzo dovranno pagare una multa doppia rispetto a quella prevista al momento, che è compresa tra 848 e 3.393 euro.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

17 − undici =