Tassa su plastica, Casasco: “Messi dazi su prodotti nazionali” 

“Trump mette i dazi ai prodotti esteri, noi a quelli nazionali. La concorrenza straniera paga la materia prima 1,20 euro, noi pagheremo 2,20 al chilo”. E’ quanto denuncia all’Adnkronos il presidente di Confapi, Maurizio Casasco, nel commentare le misure introdotte dal governo in manovra che prevedono una tassazione sugli imballaggi in plastica. “Il costo medio della materia prima per la produzione di imballaggi – spiega infatti Casasco – è di circa 1,20 euro al chilo. La tassa di un euro al chilo raddoppia quasi il costo. A questo – dice ancora – si devono aggiungere i contributi da versare ai consorzi di filiera” quali Conai, Corepla, Polieco. 

“In alcuni casi – denuncia ancora Casasco – alle aziende produttrici viene richiesto un duplice contributo, preteso da consorzi diversi per lo stesso materiale”. 

Infine, dice il presidente di Confapi, “in merito ai consorzi preciso che Conai/Corepla sono quasi la stessa cosa, ma solo di filiera. Il doppio contributo Conai Polieco per legge non dovrebbe esistere – aggiunge – perché uno tratta gli imballaggi, l’altro tutti gli altri beni ma tra i due litiganti oggi in qualche caso chi rischia di pagare due volte sono le aziende”, conclude Casasco.