Tasse, la Cgia dice no all’idea di una nuova patrimoniale

L'associazione ricorda che, con le imposte già esistenti, nel 2017 sono stati versati al fisco 45,7 miliardi di euro

La Cgia di Mestre non ci sta ed esprime la sua protesta contro una nuova patrimoniale, che potrebbe essere proposta da Bruxelles, dopo la bocciatura della manovra economica e l’avvio della procedura d’infrazione per debito eccessivo. Come ricorda l’associazione, sono già 15 le imposte patrimoniali che ogni anno vengono pagate dagli italiani. Lo scorso anno, spiega Paolo Zabeo, coordinatore del Centro studi della Cgia, «tra l’Imu, la Tasi, l’imposta di bollo, il bollo auto, abbiamo versato al fisco 45,7 miliardi di euro. Rispetto al 1990, il gettito riconducibile alle imposte di possesso sui nostri beni mobili, immobili e sugli investimenti finanziari in termini nominali è aumentato del 400 percento, mentre l’inflazione è cresciuta del 90 per cento».

Gettito in calo
Dall’applicazione di Imu e Tasi sulle seconde e terze case, sui capannoni, sui negozi e sulle botteghe artigiane, lo Stato incassa 21,8 miliardi di euro. Tuttavia, aggiunge l’associazione, da qualche anno il gettito è in calo: «Dal 2016, infatti, le famiglie e le imprese beneficiano dell’abolizione della Tasi sulla prima casa, dell’Imu agricola e dell’Imu sugli imbullonati». Provvedimenti approvati dal governo Renzi che hanno permesso di risparmiare poco più di 4 miliardi l’anno. Una misura che, spiega il segretario della Cgia, Renato Mason, «risulta essere ancora insufficiente visto che l’incidenza del prelievo sul Pil ascrivibile alle patrimoniali è al 2,7 percento».

Le patrimoniali degli ultimi 27 anni
Le tasse patrimoniali, ricorda la Cgia nel suo comunicato, «sono quelle che di fatto gravano sulla ricchezza posseduta dalle persone in un determinato momento. La ricchezza è intesa in senso ampio e comprende i beni immobili (case, terreni), i beni mobili (auto, moto, aeromobili, imbarcazioni), gli investimenti finanziari».
Tra il 1990 e il 2017, spiega l’associazione, le imposte patrimoniali analizzate sono state 14: imposta di registro e sostitutiva; imposte di bollo; imposta ipotecaria; diritti catastali; Ici-Imu-Tasi; bollo auto; canone radio-tv; imposta su imbarcazioni e aeromobili; imposta sulle transazioni finanziarie; imposta sul patrimonio netto delle imprese; imposte sulle successioni e donazioni; imposta straordinaria sugli immobili; imposta straordinaria sui depositi; imposta sui beni di lusso.

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sedici + cinque =