Toscana, con campagne vaccinali azzerati casi meningococco  

“La Toscana e altre regioni hanno introdotto la vaccinazione per il meningococco e i risultati sono molto soddisfacenti. Abbiamo visto quasi azzerare il numero di casi nei soggetti vaccinati. Vedere azzerare i casi è un risultato davvero desiderabile”. Lo spiega Chiara Azzari, coordinatore scientifico dell’ospedale Meyer di Firenze, intervenuta alla due giorni di ‘Rising – Differentiation and Extension of Vaccination Offer in Meningitis’, l’evento in corso all’Hotel Mediterraneo di Napoli, dedicato al tema dei vaccini. 

“L’efficacia dei vaccini – aggiunge Azzari – è più del 90%, la probabilità che le persone vengano protette quindi è davvero alta. Un altro impegno molto grande è la diagnostica, importante quanto le vaccinazioni perché altrimenti non sappiamo contro cosa combattiamo. La diagnostica molecolare ha risolto diversi problemi, individuando le cause delle patologie gravi, come la sepsi e la meningite, con metodi molto più sensibili e specifici dei criteri che seguivamo prima e che, oltretutto, ci danno una diagnosi in pochi minuti”, conclude Azzari.