Truffe, disegnatore “cinefilo” falsifica disegni di Ettore Scola

Le indagini dei carabinieri per la Tutela del patrimonio culturale, sono partite a seguito della denuncia sporta dagli eredi del regista che hanno segnalato la presenza sui mercatini dell'usato della Capitale di numerosi disegni falsi

truffe
Due dei disegni falasamente attribuiti a Ettore Scola

Immettevano sul mercato decine di disegni falsi che venivano destinati prevalentemente ai mercatini dell’usato. Una truffa messa a punto da due cittadini romani, scoperti per avere immesso nel circuito anche alcuni disegni falsi attribuiti a Ettore Scola ma in realtà realizzati da un disegnatore romano “cinefilo” che traeva spunto dai cataloghi con le immagini delle opere autentiche del regista.

Mercatini sotto osservazione
I militari del comando carabinieri Tutela Patrimonio Culturale hanno sequestrato 41 disegni falsamente attribuiti a Scola. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Roma e condotte dalla Sezione Falsificazione ed Arte Contemporanea del Reparto Operativo, sono partite a seguito della denuncia sporta dagli eredi del regista, che hanno segnalato la presenza sui mercatini dell’usato della Capitale di numerosi disegni falsi.

truffe
Disegno a colori su carta invecchiata cm 23 x 18, raffigurante Set cinematografico firmato Scola

Ettore Scola in effetti nell’ambito della sua attività artistica, era solito realizzare numerosi disegni che avevano come oggetto le scene del film che avrebbe girato, utilizzati anche come strumenti di lavoro per far comprendere agli attori come dovessero recitare alcune parti, al fine di dare corpo alle sue sceneggiature e alle riprese cinematografiche. Nel corso delle perquisizioni è stato sequestrato diverso materiale utilizzato per la falsificazione, e ai due indagati è stato contestato il reato di ”contraffazione di opere d’arte”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − dieci =