Turismo, boom a settembre: un quarto degli italiani è in vacanza

I motivi principali? I prezzi più bassi delle strutture e dei servizi. Oltre alla certezza di trovare maggiore tranquillità

turismo

Il vento d’estate soffia ancora. Forte. Almeno sul settore turismo. Perché un italiano su quattro ha deciso di andare in vacanza a settembre, lontano dal caos cittadino e dallo stress. Si tratta del 25 per cento del totale. Il dato l’ha rivelato lo “special report” di Confturismo-Confcommercio e dell’istituto Piepoli. Di più. Per un italiano su cinque la vacanza principale sarà proprio a settembre e per circa uno su dieci (8 per cento) sarà anche la prima volta negli ultimi cinque anni che andrà in ferie in questo periodo dell’anno. I motivi principali? I prezzi più bassi delle strutture e dei servizi dedicati al turismo. Oltre alla certezza di trovare maggiore tranquillità sia al mare che in montagna. In media sono oltre sei le notti trascorse fuori casa dagli italiani che nell’ultimo quinquennio hanno scelto settembre come mese principale per staccare un po’ la spina.

Toscana al primo posto
Il periodo post Ferragosto è sempre stato sinonimo di rientro, di lavoro, di code al casello e di traffico. Le abitudini degli italiani stanno cambiando: è un dato oggettivo. Si può parlare di un agosto 2.0, di turismo…allungato. Le destinazioni più gettonate sono Sicilia, Campania, Toscana e Puglia. Dal punto di vista delle mete – per quanto riguarda i prossimi tre mesi – quasi otto italiani su dieci preferiranno una località della nostra Penisola. La Toscana è in cima alla lista dei desideri perché offre città d’arte, mare, campagna e soprattutto strutture all’altezza. La top four è composta da Sicilia, Trentino Alto Adige e Puglia. A livello europeo, il Regno Unito diventa la meta principale di destinazione, davanti alla Francia, alla Spagna e agli Usa, per i quali serve una disponibilità economica maggiore (incide il costo del biglietto aereo). Da segnalare che l’indice di fiducia del viaggiatore italiano è in continua crescita: nel mese di agosto ha raggiunto un valore pari a 71, il massimo da più di due anni. Si rileva, quindi, un costante aumento della fiducia, cominciato nel mese di febbraio quando l’indice era molto più basso, a quota 60 punti.              

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove − 6 =