Tv: Coletta, “‘Blob’ compie 30 anni da creatura psicotica”  

(di Alisa Toaff) – “L’immagine dura pochissimi secondi ma racconta un mondo” e oggi più che mai, in un universo frammentato fatto di news e di fruizione audiovisiva, ‘Blob’ “esiste e resiste”, “è una creatura psicotica perché crea insalate di parole eliminando i nessi’”. E’ quanto ha sottolineato il direttore di Rai3 Stefano Coletta nel corso della presentazione di cinque appuntamenti speciali per i 30 anni del programma cult ‘Blob’ che il 17 aprile taglierà questo traguardo e arriverà a 9.268 puntate. I cinque appuntamenti speciali si aggiungono alla normale collocazione delle ore 20. In questi trent’anni ‘Blob’ ha scandito quotidianamente la storia del paese e lo ha fatto attraverso la tv, smontando e rimontando ciò che il piccolo schermo produce, ma anche attingendo da cinema, riprese autoprodotte, contributi e tributi dedicati e, più recentemente, dalla rete. Non c’è personaggio pubblico, politico, artista, sportivo e non c’è fatto di cronaca od evento epocale che non sia stato riproposto da ‘Blob’, spesso satiricamente, molte volte con rispettoso senso di cronaca, altre volte con spregiudicatezza, ma sempre con la massima onestà intellettuale. 

“Quello di ‘Blob’ è fondamentalmente un gioco e il gioco è quello che è stato più rimproverato al programma – ha detto lo storico autore Enrico Ghezzi – ‘Blob’ cerca di strappare un istante per poi magari dormirci dentro. Qualche anno fa ho proposto di fare una proiezione di tutto ‘Blob’ ma non l’abbiamo fatto per indolenza”. Quanto alla nascita del programma, “mio figlio, che leggeva ‘il Manifesto’ -ha raccontato il direttore di Rai3 di allora, Angelo Guglielmi – un giorno mi disse che all’interno del quotidiano c’era una rubrica che si chiamava ‘Il Mattinale’ e che raccoglieva le frasi più importanti dei fondi di giornale e mi disse: ‘Perché non lo fai anche tu in tv? E così, dopo soli 30 giorni, Ghezzi mi propose ‘Blob'”. Presenti in sala anche gli ‘amici’ di Blog tra cui Sandra Milo, Alba Parietti, Franca Leosini, Pino Strabioli e Maurizio Mannoni. Domenica 14 aprile, 10 minuti dopo la mezzanotte, Rai3 dedicherà interamente la sua seconda serata alle origini e ai momenti cruciali di ‘Blob’: Ghezzi condividerà storie, aneddoti e curiosità sulla nascita del programma e sulla sua prima messa in onda.  

Nel corso della puntata verranno trasmessi brani da ‘La Verifica Incerta’ (1964) capolavoro dadaista di Gianfranco Baruchello e Alberto Grifi, da sempre indicato come fonte ispiratrice del ‘concepimento’ di ‘Blob’. Mercoledì 17 aprile ‘Blob’, nel giorno del suo compleanno, ‘invade’ il palinsesto di Rai3 con 10 clip, 10 momenti cult del programma che saranno quasi degli spot, inaspettati ed originali, volti a punteggiare e sottolineare la presenza fondamentale ed interstiziale del programma nel corso di questi trent’anni. Giovedì 13 giugno alle ore 23,20 sarà la volta di una puntata speciale del programma con tutti i personaggi della politica italiana degli ultimi trent’anni. L’intera programmazione estiva di ‘Blob’ invece sarà caratterizzata dalla riproposizione e rielaborazione dei suoi trent’anni, nelle puntate quotidiane e nelle puntate speciali del weekend. Infine ‘Fuori Orario’, l’altra creatura televisiva di Enrico Ghezzi, durante l’estate, dedicherà ben sei notti al trentennale di ‘Blob’. 

(Fonte: Adnkronos)