Ugcons, Mattei: «No all’aumento Iva: scioperiamo con Codacons»

Il presidente dell'Unione Generale Consumatori: «Portarla al 25,2 per cento sarebbe un'autentica nefandezza nei confronti dei cittadini e un gesto di totale irresponsabilità civica»

ugcons

«Nel giorno del giuramento del nuovo governo Conte chiediamo alla nuova compagine di non toccare le aliquote Iva, come sembrerebbe orientata a fare». E’ il monito di Paolo Mattei, presidente Ugcons, nel giorno del giuramento del nuovo governo e in vista del voto di fiducia previsto la prossima settimana. «Un aumento dell’Iva – aggiunge – sarebbe una stangata alle famiglie e ai consumatori tutti, in un momento delicato in cui i consumatori avrebbero solo bisogno di misure di tutela e incoraggiamento alla spesa».

Insime a Codacons
«Portare l’Iva al 25,2 per cento – conclude il numero uno di Ugcons – sarebbe un’autentica nefandezza nei confronti dei cittadini e un gesto di totale irresponsabilità civica. Per questo condividiamo l’iniziativa indetta dal Codacons, lo sciopero dei consumatori l’8 settembre. Contro il rischio di una misura simile e per tutelare gli interessi dei cittadini occorre l’unione».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove + tredici =