Un partito cattolico deve occuparsi di giovani, famiglie e disoccupazione

Lo rivela un sondaggio dell'Istituto Swg su quali dovrebbero essere le priorità di un nuovo movimento sulla scena politica

partito cattolico

Fede e politica non vanno più così a braccetto come un tempo. Era stato questo uno dei dati fuoriusciti da un sondaggio dell’Istituto Swg sulla nascita, nel panorama politico italiano, di un nuovo partito cattolico. Recentemente, l’istituto demoscopico è tornato sull’argomento, chiedendo ai potenziali elettori quali dovrebbero essere le priorità su cui dovrebbe intervenire questa nuova figura politica.

La famiglia e i giovani tra le priorità
Al primo posto, con il 46 per cento, gli intervistati hanno indicato la situazione dei giovani, lasciati abbandonati e senza futuro, in riferimento alle prospettive del mondo del lavoro. Seguono, tra le preferenze, con il 32 per cento, gli aiuti alle famiglie, mentre al terzo posto, un’altra priorità su cui intervenire è il tema della disoccupazione. I giovani e le famiglie sono una tematica ricorrente. Infatti, per il 18 per cento dei potenziali elettori del nuovo partito, insieme all’entità della pressione fiscale, bisognerebbe occuparsi dei giovani che sono costretti, per trovare lavoro e una posizione stabile (affrontare il tema del lavoro precario è visto come priorità dal 15 per cento), a lasciare l’Italia. Per il 17 per cento, invece, la famiglia dovrebbe essere tutelata dagli attacchi delle ideologie. Infine, nelle ultime posizioni, troviamo le politiche per il Sud (13 per cento), il decremento delle nascite (12 per cento) e l’accoglienza per gli immigrati (11 per cento).

partito cattolico
(Fonte: https://www.swg.it/politicapp)
Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

4 × 4 =