Vacanze, Polstrada: metà degli italiani parte con le gomme sgonfie

La percentuale di pneumatici lisci arriva a toccare una media del 9 per cento, con picchi di oltre il 20 per cento in alcune province

vacanze

Con le vacanze alle porte, prima di mettersi in viaggio per raggiungere le mete estive è importante controllare lo stato di salute della propria auto. E, nello specifico, è importante fare un check up ai propri pneumatici. Come ogni anno, polizia stradale e Assogomma accendono i fari sulla necessità di controllare la conformità delle gomme. Oltre 10.500 i controlli fatti su tutto il territorio nazionale dagli agenti agli ordini del dirigente della prima divisione del servizio di polizia stradale, Santo Puccia, tra maggio e giugno concentrati in 7 regioni: Lazio, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria e Valle D’Aosta. La percentuale di gomme lisce arriva a toccare una media del 9 per cento, con picchi di oltre il 20 per cento in alcune province. Un dato in aumento e che è molto superiore nelle macchine più vecchie, con più di 10 anni di età, rispetto a quelle che non hanno ancora effettuato la prima revisione perché con meno di 4 anni.

Italiani poco attenti alla manutenzione del proprio veicolo
Oltre il 50 per cento viaggia con gomme sgonfie, alcuni con “pressioni pericolose” che possono causare lo scoppio dello pneumatico favorito dall’asfalto bollente in questo periodo. Nel 2017 – fonte Istat – su 457 incidenti (con 478 veicoli coinvolti) si sono verificati per lo scoppio o l’eccessiva usura dei pneumatici; 770 feriti e 13 morti. In 21 casi il difetto alle gomme è stato riscontrato in entrambe le auto. «Rispetto al 2011 le non conformità relative su soli pneumatici dei veicoli controllati sono aumentate sensibilmente. A fronte di un mezzo trovato non conforme nel 2011, oggi se ne trovano due e mezzo», sottolinea Fabio Bertoletti, direttore di Assogomma.

«A Roma i pneumatici sono più danneggiati, anche a causa delle buche -continua – mentre a Frosinone 3 su 4 macchine montano pneumatici invernali. Dai controlli è emerso che il 18,5 per cento dei veicoli controllati ha problemi alle gomme e il fenomeno è in grossa crescita, senza distinzioni di genere. Il malcostume regna sovrano, solo di poco le donne sono meglio, più attente all’equipaggiamento della propria auto, così come gli over 50».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

18 + quindici =