Vaccino coronavirus, l’annuncio della J&J: “a gennaio primi lotti disponibili”

Johnson & Johnson avvierà gli studi clinici sull’uomo del suo candidato vaccino anti-Covid19 entro il mese di settembre 2020, e i primi lotti potrebbero essere disponibili per l’autorizzazione all’uso di emergenza all’inizio del 2021.

Lo ha annunciato la stessa compagnia in un comunicato stampa, aggiungendo che sta lavorando anche per aumentare la capacità produttiva in modo da riuscire a produrre in tempi rapidi un miliardo di dosi

Un periodo di tempo – sottolinea l’azienda americana – del tutto accelerato rispetto al tipico processo di sviluppo di un vaccino.

J&J ha annunciato oggi di aver selezionato il candidato vaccino più promettente da quelli su cui è al lavoro da gennaio 2020. L’obiettivo è quello di assicurare una fornitura globale di oltre un miliardo di dosi del potenziale vaccino. Lo studio dei potenziali candidati, precisa il comunicato, è iniziato a gennaio, appena è stata disponibile la sequenza genetica del virus, attraverso la controllata Janssen e in collaborazione con il Beth Israel Deaconess Medical Center. Nel progetto, che coinvolge anche la Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA)è stato investito un miliardo di dollari.