Vaccino Johnson&Johnson, Speranza: “Prime dosi a metà aprile”

“Abbiamo, com’è noto, ormai quattro vaccini” anti Covid “che sono stati approvati dalle agenzie regolatorie: tre sono già disponibili, su Johnson & Johnson l’aspettativa è che già dopo la dopo la metà di aprile possano arrivare in Europa le prime dosi. E questo ci mette in una condizione oggettivamente diversa”. Lo ha evidenziato il ministro della Salute Roberto Speranza, nel suo intervento alle Commissione riunite Affari sociali della Camera e Sanità del Senato sulle linee programmatiche del suo dicastero e sulla situazione della pandemia di Covid-19.

“Siamo in situazione non semplice, da gestire con la massima serietà, con la massima attenzione e con rigore – ricorda – Ma dall’altra parte abbiamo una ragionata fiducia perché gli strumenti che abbiamo a disposizione ci mettono nelle condizioni di poter lavorare per un’accelerazione di questa campagna di vaccinazione e puntare a una soluzione che possa essere strutturale” della crisi Covid-19.

VACCINO E VARIANTI – Il vaccino Johnson & Johnson è consigliato anche nei Paesi in cui circolano le varianti più contagiose del coronavirus Sars-CoV-2. Lo riferiscono esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo quanto riportano diversi media francesi.

“Nei Paesi in cui la diffusione delle varianti è elevata e nei Paesi in cui ora disponiamo di informazioni sull’uso di questo vaccino per controllare le infezioni di Sars-Cov-2 causate da queste varianti, consigliamo di utilizzarlo”, ha affermato Alejandro Cravioto, presidente del gruppo Oms sui vaccini, convocato per giudicare l’efficacia e la sicurezza del prodotto J&J, approvato anche in Ue nelle scorse settimane.