“Vaccino Pfizer efficace al 90% contro i contagi”, la conferma da Israele

Il vaccino Pfizer/BioNTech sembra fermare, nella gran parte di coloro che l’hanno ricevuto, il contagio, ed è la prima indicazione concreta che l’immunizzazione frenerà la trasmissione del coronavirus. I dati, riferisce Bloomberg, arrivano dal ministero della Salute israeliano che ha lavorato a quattro mani con le due aziende, nell’osservazione e nell’analisi del materiale (che peraltro non è stato ancora peer-reviewed’, rivisto cioè da specialisti della comunità scientifica).

Dall’analisi sembra che il vaccino, cominciato ad utilizzare in Israele dal 20 dicembre,è stato efficace all’89,4% nell’evitare il contagio. I risultati, pubblicati anche da Der Spiegel, sono l’ennesimo segnale positivo emerso da quel che sta succedendo in Israele, il Paese che sta vincendo la campagna per l’immunizzazione della sua popolazione e dove quasi metà dei cittadini hanno già ricevuto almeno una dose del vaccino.

Tra l’altro sabato, le autorità israeliane avevano fatto sapere che una dose di Pfizer/BionTech è efficace al 99% nell’evitare i decessi. Più in generale, i dati sono importanti perché mostrano che il vaccino può anche impedire ai portatori asintomatici di diffondere il virus, un dato su cui finora non c’era un consenso univoco.