(VIDEO) Scontro Salvini-giornalista su assembramenti: ‘Pentirmi? A lei non interessano problemi degli italiani”’

Matteo Salvini si confronta con toni aspri con la stampa. Protagonisti dello scontro verbale sono il leader della Lega ed il giornalista de Il Fatto Quotidiano Alberto Sofia. Nella circostanza il cronista prova a sondare se il leader della Lega si sente di dover chiedere scusa per gli assembramenti del 2 giugno in occasione della manifestazione del centro-destra. La replica dell’ex Ministro dell’Interno si limita a tre risposte praticamente uguali, ma sul finire non manca di tirare un stilettata al suo interlocutore che, a sua volta, aveva insistito nel porgli lo stesso quesito.

Salvini-giornalista: un passo indietro per capire cosa è accaduto

Le domande del giornalista de Il Fatto Quotidiano ricordano quanto accaduto il 2 giugno. A Roma si è, infatti, tenuta una manifestazione del centrodestra in cui alcune situazioni hanno destato polemiche. In molte di queste è coinvolto direttamente il leader della Lega. Il riferimento va a qualche presunto contatto ravvicinato con la folla senza la mascherina indossata, così come i selfie fatti toccando gli altrui cellulari. Tutti momenti che sarebbero stati di normale condivisione prima del coronavirus, ma che oggi sono vietati per le note norme legate al distanziamento sociale. A ciò naturalmente si aggiunge il divieto di assembramenti che rende discutibile, per qualcuno, il solo fatto che sia stata indetta una manifestazione.

Salvini – giornalista, tripla ma unica risposta di Salvini

A più riprese il giornalista de Il Fatto Quotidiano chiede a Salvini se si sente di chiedere scusa per ciò che è accaduto  a Roma il 2 giugno. La replica del leghista avviene in tre riprese, praticamente identiche. “Sa  – replica la prima volta il leader della Lega – che il problema degli italiani è la cassa integrazione?”.

Al secondo tentativo del giornalista la risposta è un po’ più ampia:”Io ringrazio gli italiani che stanno dimostrando enorme buonsenso, cerchiamo di risolvere il problema di lavoro e di cassa integrazione che li assilla”.

Nella terza risposta, invece, il leader della Lega lancia un frecciata al suo interlocutore:”Io ringrazio gli italiani che stanno dimostrando enorme buonsenso e cerchiamo di risolvere il problema di lavoro e di cassa integrazione che interessano tutti, tranne che lei”.