Villeggiatura, gli italiani preferiscono spostarsi in automobile

Parola d’ordine? Comodità. O almeno qualcosa che si avvicina al concetto. Per le vacanze si pensa principalmente al volante

villeggiatura

Parola d’ordine? Comodità. O almeno qualcosa che si avvicina al concetto. Già, per andare in villeggiatura gli italiani hanno un mezzo di trasporto preferito e privilegiato: la macchina. Insomma, i viaggiatori dell’estate non rinunciano al volante sia per raggiungere la meta desiderata che per spostarsi nelle vicinanze dell’hotel o del villaggio scelto per i momenti di relax. E’ uno dei dati della ricerca di automobile.it, che ha condotto un sondaggio sull’organizzazione delle vacanze estive su un campione di oltre 500 italiani.  

Le risposte principali 
Il dato è netto: il 57 per cento del campione ha dichiarato che per il viaggio verso le vacanze estive opterà per la macchina. Non solo. Il 53 per cento di chi userà l’aereo, il treno o la nave ha intenzione di utilizzare un’automobile quando sarà giunto a destinazione, probabilmente in affitto. In base ai dati emers gli spostamenti sono programmati in compagnia, con uno o due passeggeri. Non tutti hanno in mente di cambiare guidatore. Anzi la percentuale di affidarsi a un “copilota” è molto bassa: lo pensa solamente 1 persona su 4 (27 per cento).   

Soste e spesa
A differenza di treni, aerei e navi, la macchina non è soggetta a orari da rispettare a tutti i costi. Le soste, soprattutto quando si tratta di percorre un tragitto lungo, possono fare un’enorme differenza nel computo del tempo che ci vuole per raggiungere la meta della villeggiatura, la bandierina a scacchi che di solito si trova sul navigatore. Il 30 per cento del campione segnala l’idea di una sosta ogni due ore, mentre il 26 per cento ogni tre, solo il 22 per cento valuta di non fare nessuna sosta durante il tragitto. 

Costi medi
Resta salda l’intenzione di optare per la cosiddetta “partenza intelligente” per la villeggiatura: 6 persone su 10 preferiscono mettersi al volante in mattinata, sia per avere maggiori visibilità che per tentare di evitare il traffico da bollino nero. Capitolo spesa, la parte che va ad incidere sul portafoglio delle famiglie: il 39 per cento degli intervistati stima di far uscire dal portafoglio tra i 50 e i 150 euro. Solamente il 3 per cento non si preoccupa più di tanto di questo aspetto perché possiede un’auto elettrica. 

On the road
Hanno ancora un discreto fascino le vacanze on the road,  indicate come attrattive dal 66 per cento del campione che nelle proprie vacanze ha percorso almeno una volta oltre 2000 km in auto (27 per cento). I percorsi più affascinanti? Sul podio trova spazio la famosissima Route 66, un must per chi fa tappa negli Stati Uniti. Ma c’è anche tanto tricolore, con la Costiera Amalfitana che attira centinaia e centinaia di appassionati delle quattro ruote nelle sue cartoline a forma di asfalto.   

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

nove − 6 =