Dai serpenti all’uomo, il Virus cinese adesso spaventa il mondo

I morti salgono a 25, i casi registrati oltre i 600. Il Virus cinese 2019-nCoV, è passato dai pipistrelli ai serpenti, quindi all’uomo. I risultati, diffusi sul Journal of Medical Virologyda Wei Ji, Wei Wang, Xiaofang Zhao, Junjie Zai, e Xingguang Li, delle università di Pechino e Guangxi, ricostruiscono la trasmissione del coronavirus.

L’incubazione

Secondo quanto emerge dalla National Health Commission cinese, il periodo di incubazione del nuovo coronavirus sarebbe di 14 giorni ed al momento avrebbe contagiato 616 persone causando 25 morti. Per la Sanità cinese, il virus ha colpito in 25 province e in 13 sono stati registrati complessivamente 393 casi sospetti.

La prevenzione

Per evitare altri casi di contagio e la diffusione del coronavirus in molte città della Cina sono scattate misure di sicurezza per evitare lo spostamento.  Le città di Pechino e Macao, dopo Wuhan, hanno annullato i festeggiamenti per il Capodanno cinese.